silk

Del muratore e del rispetto

Era la fine gli anni novanta, anzi, forse poco dopo il duemila e mi trovavo in un paesino dell’entroterra che da Masone si arrampica verso l’ovadese. Ero lì per un funerale, una persona anziana, mamma di un collega; a quei tempi ero ancora abbastanza giovane e non era ancora giunta l’età nella quale questi eventiContinua a leggere “Del muratore e del rispetto”

Quando gli ultimi arrivano primi

Ho un amicoconsiderato da moltiun due di picche Un esclusofin da bambinoe che lo si burlavasenza pietà alcuna. Irragionevole Istintivo Facile preda di ogni scherzo al quale reagiva con esplosioniirrazionali Anche crescendosembrava privo di ogni logica Ora lo vedoe ricordo qualche anno faun suo discorso di una saggezzafuori dal comune E lo vedo adessodopo unaContinua a leggere “Quando gli ultimi arrivano primi”

Parole, rumori, suoni, immagini, del liquido che esce sotto lo schermo, la cenere che cade nel caffè al mattino, i tuoi occhi spenti o vivi sono archetipo di poesia. Il resto è narrazione, cronaca e talvolta noia


Segui il mio blog

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito